Considerando i numerosi legami esistenti tra la FRANCIA e l'ITALIA, ancora di più da quando la costruzione dell'Europa va avanti, c'è il rischio per i cittadini italiani di essere chiamati in giudizio dinanzi alle giuridizioni penali francesi. E utile perciò spiegare in alcune linee il sistema penale francese.


Le giurisdizioni penali francesi

 

Bisogna non dimenticarsi che essendo colui molto complesso, l'aiuto di un avvocato è  indispensabile !

 

Le infrazioni meno importanti, ossia le contravvenzioni dipendono da giudici monocratici:

- sia dal Tribunale di polizia (Tribunal de police, costituito da un solo giudice professionale),

- sia dal “giudice di prossimità” (Juge de proximité, che non è un magistrato ma che si avvicina al giudice di pace).

 

Codeste giurisdizioni non possono condannare alla reclusione, la pena pronunziata di solito è la multa.

 

I reati criminali vengono giudicati innanzi alla Corte d'Assise (Cour d’assises) la quale è composta da tre magistrati e da una giuria di nove persone.

 

Il resto dei reati che costituiscono i delitti vengono giudicati innanzi al Tribunale Penale (Tribunal correctionnel).

 

Per i reati meno sanciti, il tribunale penale è composto da un solo giudice monocratico. Codesta forma di giudizio viene nominata “formazione a giudice unico” (formation en juge unique).

 

Per i reati più importanti, il tribunale è composto da tre giudici che deliberano in “formazione collegiale” (formation collégiale).

 

Esistono procedure particolari nel campo delittuale :

 

- I fatti sono riconosciuti dalla persona sottoposta ad indagine: la Procura della Repubblica può quindi  decidere di fare giudicare la causa presso la “Casa della Giustizia et del Diritto” (Maison de la Justice et du Droit) innanzi al “delegato del procuratore della Repubblica” (délégué du procureur de la République) controllato da un giudice monocratico.

 

- La colpabilità è riconosciuta in via preliminare dall'imputato, chiamata allora “Comparizione su Riconoscimento Preliminare della Colpabilità” (Comparution sur reconnaissance préalable de Culpabilité, CRPC) simile ad una specie di procedura di pattegiamento.

La procura della Reppubblica propone quindi una pena inferiore a quella che sarebbe pronunziata dal Tribunale penale. Quando l'imputato accetta codesta pena, essa è sottoposta al controllo d'un giudice monocratico.

 

- Se l'imputato deve essere giudicato immediatamente “in direttissima” (Comparution Immédiate, CI), colui è processato entro 2 a 3 giorni dopo l' arresto.

 

Infine, riguardo ai crimini e ai reati più complessi, l'inchiesta viene affidata al giudice istruttore  (Juge d'instruction) primo di essere giudicati innanzi al Tribunale Penale o alla Corte d'Assise.